Prestiti vs mutui: cosa conviene?

Ago 7, 2015 by

Prestiti vs mutui: cosa conviene?

mutui-casaScegliere tra un prestito ed un mutuo non sempre è facile perché ci sono molti elementi da valutare. Ecco una breve guida.

Prestito o mutuo

La prima cosa da considerare è l’ammontare delle somme che si vogliono richiedere. Generalmente il prestito prevede un importo minore erogabile ed un piano di ammortamento, massimo 10 anni, più breve rispetto a quello di un mutuo, per questo motivo se è necessario acquistare casa o effettuare delle ristrutturazioni di una certa entità, la scelta tra mutuo e prestito è pressoché obbligata. In caso contrario invece vi possono essere buoni vantaggi nello scegliere un prestito.
Sia nel caso in cui si richieda un prestito, sia nel caso di mutuo, è necessario presentare all’ente a cui si richiedono le somme la busta paga che dimostri reddito e tipologia di contratto di lavoro, oppure nel caso di lavoratori non dipendenti una dichiarazione dei redditi dell’anno, o degli anni, antecedenti rispetto a quello in cui si richiedono le somme.

Il mutuo

Il mutuo, come anche il prestito, prevede l’erogazione di denaro e la successiva restituzione delle somme aumentate degli interessi maturati. Il rimborso del prestito avviene a rate, mensili, trimestrali o semestrali, ed ognuna contiene una quota di debito ed una quota di interesse. Può essere stipulato a tasso variabile o a tasso fisso (conveniente esclusivamente quando il costo del denaro al momento della contrattazione è molto basso). Solitamente le cifre erogate sono piuttosto elevate e richieste per l’acquisto di un immobile, in questo caso è necessaria anche una garanzia ulteriore rispetto allo stipendio o alla dichiarazione dei redditi. In particolare viene iscritta un’ipoteca su un immobile che può essere quello acquisito, o da ristrutturare, oppure un altro immobile anche intestato a terzi.
Tra i vantaggi del mutuo c’è la possibilità di ottenere sgravi fiscali sugli interessi pagati, ciò se trattasi di mutuo per l’acquisto di prima casa.

I vantaggi di un prestito

Il prestito, quando richiedibile, ha sicuramente dei vantaggi rispetto al mutuo.
L’entità massima erogabile per un prestito è decisa dagli enti erogatori, in linea di massima è possibile trovare enti che erogano sotto-forma di prestito fino a 60.000 euro, somma non eccessivamente bassa. Nel concreto però il limite massimo erogabile è deciso anche in base alle possibilità economiche del richiedente e quindi al piano di ammortamento e all’esistenza già di altri finanziamenti in corso. Solo per le somme molto basse è possibile trovare istituti che erogano anche a protestati, cosa assolutamente impossibile con il mutuo.
I prestiti possono essere finalizzati o non finalizzati, nel primo caso deve essere indicato il motivo per cui si richiedono i soldi, mentre nel secondo non è necessario fornire all’ente erogatore alcuna motivazione.
I vantaggi del prestito sono dovuti al fatto che vi è una minore burocrazia e quindi i costi per l’erogazione sono ridotti, ad esempio non è necessaria la presenza di un notaio, sono ridotti i costi per l’istruttoria, nella maggior parte dei casi non sono richieste garanzie e quindi non è necessario accendere un ipoteca su un’immobile, infine i tempi per l’erogazione sono minori.
Queste caratteristiche portano nel complesso il TAEG (tasso annuale effettivo globale), che rappresenta il costo reale che deve affrontare chi chiede in prestito del denaro, a diminuire rispetto a quello che si pagherebbe con un mutuo.

Non dimentichiamo, che sia un mutuo contratto, che un prestito sottoscritto possono essere estinti anticipatamente, previo saldo della somma rimanente (clicca qui per le guide dettagliate)

Vedi anche:

http://www.prestitiinforma.it

Related Posts

Tags

Share This

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *