Nuove risorse Fesr per l’Italia: arriva la banda larga?

Ago 5, 2015 by

Nuove risorse Fesr per l’Italia: arriva la banda larga?

Delle nuove risorse economiche sono state destinate ai progetti Fesr (Fondo Europeo di Sviluppo Regionale) che interessano al momento solo tre regioni italiane quali: Basilicata, Sicilia, Veneto. Nello specifico si tratta dei programmi 2014-2020, approvati dalla Commissione Ue, finalizzati principalmente alla promozione di una serie di attività che hanno lo scopo di incentivare l’innovazione e favorire l’abbattimento del digital divide. Sono stati stanziati oltre 4 miliardi da destinare a questo genere di progetti che hanno lo scopo di raggiungere in concreto gli obiettivi dell’agenda digitale europea; in questo modo l’Unione Europea ha deciso di potenziare i benefici economici inerenti le attività che orbitano attorno ai fondi Fesr da indirizzare a livello regionale all’Italia. I programmi operativi 2014-2020 di Basilicata, Sicilia, Veneto potranno usufruire in questo modo della somma stanziata per il Fondo europeo di Sviluppo regionale pari a 4,123 miliardi di euro, a cui si andranno a sommare i soldi per il cofinanziamento nazionale per un totale finale di sei miliardi.

Secondo quanto sostenuto da Corina Cretu, commissario europeo per la Politica regionale, lo stanziamento di queste somme di denaro contribuiranno a favorire la ripresa economica a livello nazionale di un Paese come l’Italia dove ancora oggi il tasso della disoccupazione è alquanto preoccupante, in particolare la speranza è quella di creare nuovi sbocchi occupazionali per i cittadini di Sicilia, Basilicata e Veneto, investendo sull’ambiente e sulle infrastrutture.

Alla regione Sicilia andranno 3,41 miliardi, mentre la somma di denaro prevista per la Basilicata è pari a 413 milioni ed al Veneto saranno destinati 300 milioni. I fondi dovranno poi essere investiti in precisi ambiti che riguardano oltre all’agenda digitale anche la banda larga, inoltre la Commissione Europea ha stabilito che le Regioni italiane devono provvedere a creare dei nuovi posti di lavoro favorendo allo stesso tempo la promozione dell’innovazione e della ricerca. Tra gli altri obiettivi fissati dalla Commissione per le Regioni a cui destinare i fondi ci sono diversi step importanti che riguardano l’internazionalizzazione delle Pmi, il passaggio verso un’economia a basse emissioni di carbonio favorendo in tal senso la ricerca nel campo del settore energetico, incentivando l’uso delle rinnovabili e la riconversione energetica degli edifici pubblici.

Fonte: http://offerteadsl.affarimiei.biz/

Related Posts

Tags

Share This

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *