Il mondo sottomarino di Marsa Alam

Ott 14, 2015 by

Il mondo sottomarino di Marsa Alam

Marsa Alam è situata in prossimità del Tropico del Cancro, dove il Mar Rosso incontra il deserto del Sahara e si presenta ricca di palmeti e mangrovie, con un mare ricco di pesci per via della presenza della barriera corallina. Questa è molto rinomata tra i subacquei considerati i molti siti d’immersione ancora incontaminati, in cui si possono incontrare facilmente esemplari dei più diversi della fauna marina.

L’Egitto ha manifestato il suo impegno a migliorare la qualità dell’ambiente e a promuovere un uso sostenibile delle sue risorse naturali, come scelta strategica per il futuro della nazione. Questa strategia ha portato alla creazione e al mantenimento di una rete rappresentativa di aree protette del paese. Per questo motivo, nel gennaio 2003, è stato istituito il parco di Wadi el Gemal, quale Parco Nazionale egiziano.

L’obiettivo è quello di conservare e sviluppare, con l’aiuto delle comunità locali, la struttura geologica e paesaggistica, la flora endemica e quella selvatica.

Il Gorgonia Beach Resort è situato all’interno di questo parco su di un area di oltre 300.000 mq ed è in grado di offire una vacanza indimenticabile, con i massimi comfort e grande professionalità.

La cura dei particolari, le rifiniture di pregio, 350 camere, 3 ristoranti, 6 bar, teatro, discoteca, 4 piscine, le ampie aree sportive, 700 metri di spiaggia bianca sabbiosa, uno splendido mare incontaminato unite ad un personale altamente qualificato, permettono anche agli ospiti più esigenti di realizzare la loro vacanza su misura.

La barriera corallina del Gorgonia Beach offre uno degli spettacoli tra i più fantastici di tutta la costa Sud dell’Egitto ed è per questo che il Resort organizza molti generi di immersioni con diversi livelli di difficoltà, dai principianti agli esperti. Tra queste c’è quella denominata Gorgonia House Reef e quella detta Relitto di Abu Ghusun perché appunto prende il nome da un mercantile colonizzato dalla barriera corallina; troviamo inoltre Marsa Egla e Marsa Fighera, rispettivamente due immersioni che si fanno a nord e a sud del Resort in due baie molto suggestive e facilmente raggiungibili. Durante queste immersioni è possibile vedere plateau e giardini di corallo che si avvicendano in un’esplosione di colori, oltre che pesci di ogni taglia e razza. Si possono incontrare da carangidi a barracuda, da murene a tartarughe, le cernie coralline sornione che riposano sotto i coralli tavola, aquile di mare, anemoni con pesci pagliaccio.

L’immersione nella baia a nord ci offre la possibilità di ammirare soft coral e alcionari in un reef che nasce gradualmente da un pianoro sabbioso molto chiaro che caratterizza questa Marsa. E inoltre murene, napoleoni e pesci pietra da trovare e ammirare!

L’immersione nella baia a sud presenta una barriera ricca di pinnacoli grottine e anfratti che vi faranno rimanere affascinati dai loro giochi di luce. Potrete ammirare anche sul lato nord pesci pipistrello, tartarughe, squali pinna bianca. In mezzo alla baia grandi trigoni, squaletti chitarra e a volte il famoso Dugongo. E’ un animale acquatico di grossa mole e di colore grigio-biancastro che può superare i 3 metri di lunghezza, per un peso compreso tra 400 e 500 kg. I dugonghi sono animali sociali, che spesso vivono anche in gruppi composti da tre o quattro individui; in ogni gruppo può essere presente anche più di un maschio.

Ha una coda di forma biforcuta e per secoli è stato oggetto di caccia, oggi purtroppo è a rischio di estinzione. E’ un mammifero erbivoro marino che ha una struttura fisica tozza e compatta che gli ha fatto guadagnare il popolare soprannome di “mucca di mare“. Nonostante la sua vita si svolga completamente in mare, come i cetacei il dugongo è costretto a salire a galla periodicamente per prendere aria; la sua dieta è basata esclusivamente sulle piante marine che è solito brucare nelle acque più basse, dove i predatori – come ad esempio gli squali – non si avventurano quasi mai.

Altro incontro spettacolare, oltre che quello coi dugonghi, può essere quello con le stenelle dal lungo rostro, una specie particolare di delfini che vivono nelle acque pelagiche tropicali di tutti i maggiori oceani del mondo. Nonostante solitamente vivano in mare aperto, talvolta possono spingersi fino alle coste delle isole tropicali. Si nutrono di pesci e crostacei e la colorazione è grigio scura, con macchie più scure nella regione caudale, sul dorso e sulla gola.

Si aggregano a formare dei gruppi formati da un numero di esemplari che varia da pochi ad alcune migliaia. Sono molto acrobatici e cavalcano le onde lasciate dalle prue delle navi. La ragione dei grandi salti di questi animali è sconosciuta.  Non è da escludere che questo comportamento possa essere solo un gioco, infatti alcuni esemplari sono stati osservati mentre compivano fino a 14 salti in rapida successione.

Related Posts

Tags

Share This

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *